Andare a cercar fortuna – CAPITOLO 3, MR. KOSTAS: RAPPORTI FRA ALCOLISMO E IMPRENDITORIA

di Andrea Bentivoglio “benty”
[Prologo, Cap.1, Cap.2]

Al terzo giorno di lavoro il capo, che nel frattempo era passato all’elegante tenuta da lavoro estiva – canottiera lercia e pantaloncini – iniziò a rivelarmi i piccanti dettagli di alcune scappatelle extraconiugali. Tali mordaci narrazioni venivano accompagnate in genere dall’efficace corroborazione di bicchierini di whisky.
Dopo la prima settimana individuai le sue riserve segrete di superalcolici. Erano state strategicamente posizionate sotto la sua scrivania, poco distanti da un paio di periodici e di videocassette porno, il tutto poco abilmente mimetizzato fra documenti e altre scartoffie. Sentivo già di aver molto in comune con quest’uomo.
Dopo la terza settimana successe che una mattina rinvenni sopra la scrivania del boss una bottiglia vuota di Ouzo, mentre sotto di essa giaceva apparentemente esanime Mr. Kostas, riverso su un mucchio di tappetini per auto disposti a terra. Si svegliò e ancora stordito cercò di spiegarmi che era stato il dottore a consigliargli di bere un po’, per calmare il suo nervosismo. Le nuove frontiere della medicina omeopatica, mi dissi.
Dopo il primo mese ero già costretto a sorbirmi (da solo o in folta compagnia) tutti i resoconti analitici delle sue prestazioni sessuali con la moglie, che avevano luogo la sera precedente. Praticamente tutte le sere. Quasi sempre raccontava di “triplette” clamorose, roba che neanche Rocco Siffredi da giovane. Per me un po’ esagerava.
Al secondo mese Mr. Kostas inziò a parlarmi malissimo di chiunque lavorasse all’Autoline, a cominciare dalle figlie e dal fratello (definito a più riprese un handicappato) fino ai collaboratori più stretti. Fra di essi vale la pena di menzionare Viki, la segretaria tuttofare che parlava spesso da sola, afflitta da un alito mattutino pestilenziale. Credo che i due fenomeni fossero connessi in qualche modo. Ricordo con commozione che si esibì involontariamente, ma poi ridacchiandone soddisfatta, in uno dei più sonori rutti che io abbia mai sentito. Ogni tanto si faceva vivo Iannis, il tecnico dei computer, in perenne completo hawaiano e ciabatte da mare. Non si trattava esattamente di un cultore dell’igiene personale, tanto che Mr. Kostas , fine umorista, sosteneva usasse copulare con capre e pecore. Non tardarono a manifestarsi anche i primi divertiti commenti razzisti, indirizzati ai i ragazzi del magazzino, tutti immigrati e sottopagati.
Fu in quel periodo che Mr. Kostas, credo in preda al gin lemon delle 11 di mattina, mi affidò il ruolo di salvatore dei destini dell’azienda. A suo insindacabile avviso, solo io, grazie alle mie indiscutibili conoscenze informatiche e di marketing, avrei potuto sbaragliare la concorrenza e lanciare l’azienda in Grecia, in Europa, nel mondo.
“IO CREDO IN TE” mi disse lui. Beato lui, mi dissi io.

(continua…)

[tragedie greche]

Annunci

Informazioni su il Many

(marco manicardi)
Questa voce è stata pubblicata in ebook. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Andare a cercar fortuna – CAPITOLO 3, MR. KOSTAS: RAPPORTI FRA ALCOLISMO E IMPRENDITORIA

  1. Pingback: Andare a cercar fortuna – CAPITOLO 4, L’INIZIO DELLA FINE | Cronache di una sorte annunciata

  2. Pingback: Andare a cercar fortuna – CAPITOLO 5, DOMINIK: MEIN KAMPF | Cronache di una sorte annunciata

  3. Pingback: Andare a cercar fortuna – CAPITOLO 6, OLGA AND THE NODDING DOGS | Cronache di una sorte annunciata

  4. Pingback: Andare a cercar fortuna – CAPITOLO 7, ESPLODE IL CONFLITTO | Cronache di una sorte annunciata

  5. Pingback: Andare a cercar fortuna – CAPITOLO 8, PATETICI SPAVENTATI GUERRIERI | Cronache di una sorte annunciata

  6. Pingback: Andare a cercar fortuna – CAPITOLO 9, PROCESSO, GRAN FINALE ED EPILOGO | Cronache di una sorte annunciata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...