Fortuna cosmica

di Amedeo Balbi

C’erano una volta dei filosofi che ragionavano sull’universo. Era un universo piccolo, fatto di pochi corpi celesti e di una sola terra, che un dio orologiaio aveva caricato a molla, lasciandolo lì a ticchettare secondo un meccanismo di squisita precisione stabilito all’inizio dei tempi – salvo gli occasionali interventi miracolosi. Sembrava studiato proprio per ospitare dei filosofi che ne potessero ragionare.

Poi, mentre i filosofi ragionavano, qualcuno capì che l’universo era più grande, e più strano. Non era più così chiaro che fosse fatto apposta per noi, o per i filosofi. Certo, c’erano le leggi di natura, e quelle leggi dipendevano da certe delicate relazioni tra grandezze. E magari, pensavano i filosofi, quelle relazioni erano state calibrate attentamente da un progettista che voleva vedere nascere, prima o poi, da qualche parte, la vita e i filosofi.

Ma un giorno, sempre mentre i filosofi ragionavano, l’universo diventò ancora più grande, e ancora più strano. Sembrò addirittura possibile che non ce ne fosse soltanto uno. Ce n’era, forse, un’infinità, ognuno fatto completamente a casaccio, secondo un’allegra anarchia per cui, da qualche parte, c’erano elettroni grandi come mele e protoni con carica elettrica un miliardo di volte più piccola, una legge di gravità che faceva respingere le masse invece di attrarle, o una luce che si propagava a 100 chilometri l’ora. Tutto quello che poteva accadere era accaduto da qualche parte. E i filosofi cominciarono a sospettare che dietro tutto quanto, invece che un progettista, ci fosse un croupier, e che, date le premesse, ci fosse andata proprio bene.

E la morale di questa favola è che i bei ragionamenti si fanno molto meglio quando si ha una mano di carte fortunata.

[Keplero]

Advertisements

Informazioni su il Many

(marco manicardi)
Questa voce è stata pubblicata in ebook. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Fortuna cosmica

  1. Popinga ha detto:

    Amedeo Balbi ha la grazia nella penna (o nella tastiera) e l’ingenioso hidalgo bene fa ad ospitarlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...